Santa Maria dell'Orto

LO SGUARDO MAGNETICO E INDIMENTICABILE DELLA NOSTRA MADONNA

(Particolare dell'affresco originale del '400)

Allo scorcio del '400, la parte di Trastevere verso il porto di Ripa Grande era pressoché disabitata e quasi interamente coltivata ad orti. Un giorno, forse del 1488, "ritrovandosi una devota persona in infermità incurabile e avendo visto un'immagine dell'Immaculatissima Vergine Maria in una muraglia molto vecchia dentro di un orto… fece voto, che se della detta infermità guariva, terrebbe una perpetua lampada accesa innanzi alla suddetta figura" (Fanucci).

La persona guarì e mantenne la promessa: altri, seguendone l'esempio, vollero contribuire al culto pubblico dell'immagine riunendosi in Confraternita, approvata nel 1492 da Alessandro VI ed elevata poi da Sisto V, nel 1588, al rango di Arciconfraternita. Un oratorio venne eretto intorno all'icona e forse si iniziò la costruzione di una cappella che, venne sostituita dall'attuale chiesa. Dello stesso periodo sono le notizie riguardanti il piccolo ospedale, già funzionante e forse costituitosi contestualmente al formarsi dell'aggregazione.

Nel corso del tempo s'aggregarono all'Arciconfraternita tredici Università d'arti e mestieri che gareggiarono tra loro per abbellire e ornare la chiesa profondendovi ingenti somme per assicurarsi l'opera di insigni artisti: ovunque infatti appaiono decorazioni di frutta e ortaggi segni delle Università degli Ortolani e dei Fruttaroli, molini e piccole bilance a memoria dei Molinari e Pizzicaroli. Il tacchino ligneo del XVIII secolo è dono dei Pollaroli.

Lo statuto a noi pervenuto nell'edizione del 1842 elenca ben nove università ma la tradizione vuole che siano dodici: Università dei Mercanti; Università dei Sensali Ripali; Università dei Molinari e Garzoni dei Molinari; Università dei Pizzicagnoli o Pizzicaroli e Giovani dei Pizzicaroli; Università degli Ortolani e Garzoni degli Ortolani; Università dei Fruttaroli e Limonari; Università dei Vermicellari ossia artigiani e rivenditori di pasta e Lavoranti Garzoni dei Vermicellari; Università dei Pollaroli; Università dei Scarpinelli ossia Ciabattini; a cui si aggiungono tradizionalmente, l'Università dei Mosciarellari; l'Università dei Vignaroli; l'Università dei Barilari di Ripa.

Agli inizi del 1500 l'attività della Confraternita assume la duplice funzione di aggregazione e ritrovo di uomini che, attivi nel loro mestiere, si riconoscono nell'unica fede ed affidano quindi ad una compagnia di dimensioni più grandi della corporazione la vita devozionale e caritativa.
L'Ospedale e l'associata Spezieria raggiungono la loro piena attività fornendo l'assistenza sanitaria ai membri delle varie corporazioni che si impegnano nel suo mantenimento.
Alla fine del 1600, con l'ampliarsi del sodalizio, il crescere delle corporazioni e l'aumento della popolazione comportarono un adeguamento delle strutture.
Fu infatti ampliato l'ospedale al quale venne aggiunto un fabbricato di grandezza quasi pari al primitivo edificio. Per gli stessi motivi venne riedificata, a spese dell'Università degli Ortolani e del Collegio degli Speziali anche la spezieria. A queste opere di rifacimento si accompagnarono altrettanti interventi decorativi della chiesa per iniziativa delle singole corporazioni.
Alla fine del 1700 ebbero inizio le difficoltà dell'Arciconfraternita anche causa degli eventi storici del tempo che diedero un brutto colpo all'attività del sodalizio.
L'attività dell'ospedale, che a causa delle spoliazioni e devastazioni subite al tempo della Repubblica giacobina, venne sospesa , nonostante i ripetuti tentativi non fu più riaperto. La situazione si aggravò nel secolo successivo allorché vennero formulati quei provvedimenti atti a sopprimere le corporazioni e le università esistenti.
Il sodalizio di S. Maria dell'Orto, privato di molti possedimenti, riuscì comunque a provvedere al restauro della chiesa (1825). Nel 1852 però l'ospedale venne definitivamente soppresso ed i locali furono destinati alla manifattura tabacchi; la fabbrica così costruita venne ad occupare l'area prima riservata all'ospedale, all'orto ed al piccolo cimitero. La spezieria fu invece adibita a civile abitazione.
Il 1870 sancì poi la perdita definitiva dei beni dell'Arciconfraternita a seguito delle leggi sulle corporazioni.
Dal 1° Gennaio 2008 la Comunità giapponese di Roma ha assunto la nostra Chiesa come suo punto di riferimento. A tal proposito si invita il lettore a visitare la pagina "Beato Nakaura"

N.B. - Per ingrandire le foto portare il "mouse" sulla stessa foto, click con il tasto destro e scegliere "Visualizza immagine.

La stupenda volta centrale del transetto

G. A. Orazi Immacolata Concezione (1703)

 



Santa Maria dell'Orto

RICERCA ARGOMENTO/PAROLA

Scrivere nello spazio sottostante e premere Invio

Per vedere alcuni filmati attinenti la chiesa andare alla pagina "Multimedia". Inoltre per visualizzare gallerie fotografiche di Santa Maria dell'Orto andare sempre alla pagina "Multimedia" e "click" altre foto su

Santa Maria dell'Orto
Visite guidate a Santa Maria dell'Orto

Per tutti coloro interessati ad effettuare visite guidate nella nostra chiesa, si prega contattare il Sig. Enrico Pucci, Vice Camerlengo dell' Arciconfraternita, al numero 3393801318.

AVVISO

LA CHIESA E' APERTA DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE ORE 9.30 ALLE 13.00 E DALLE ORE 14.00 ALLE ORE 18. IL SABATO DALLE ORE 9.30 ALLE 13.00. TUTTE LE DOMENICHE E LE FESTE DI PRECETTO DALLE ORE 10 ALLE 12.30 PER LA CELEBRAZIONE DELLA SANTA MESSA DELLE ORE 11.

PER INFORMAZIONI CHIEDERE AL CUSTODE DELLA CHIESA SIG. UGO

Santa Maria dell'Orto RINNOVO CARICHE PER IL TRIENNIO 2017 2020

Domenica 12 marzo è stato rinnovato il Consiglio per il prossimo triennio. Domenico Rotella confermato per il suo quinto mandato, mentre i Guardiani sono i riconfermati Rocco Cataldo, Nicola Cirone, Giancarlo Gentilucci, Umberto Joudioux, Enrico Pucci, nonchè la "new entry" Roberto Gentilucci. Una festosa agape fraterna, dopo la S. Messa domenicale, ha suggellato la splendida giornata.
 La foto coglie visi e momenti.

N.B. - Per ingrandire la foto portare il "mouse" sulla stessa foto, click con il tasto destro e scegliere "Visualizza immagine.

Santa Maria dell'Orto

LA MACCHINA DELLE QUARANTA ORE
Un bellissimo filmato effettuato la sera del Giovedì Santo del 2012 nella nostra chiesa mostra nel suo splendore la "Macchina delle Quaranta Ore" illuminata dalle sue 200 candele. Per poterlo vedere andare sulla pagina "MULTIMEDIA" e fare "click" sul quarto filmato.

Santa Maria dell'Orto
MISSA IN FESTO BEATAE VIRGINIS MARIAE DE HORTO
La "Missa in festo Beatae Virginis Mariae De Horto" del Maestro Aurelio Porfiri, eseguita in prima mondiale nel 2014 è la prima messa, in epoca moderna, commissionata da una Confraternita per la propria chiesa.
Già diffusa sul mercato internazionale, ha riscosso subito molto successo presso gli appassionati.
Questa Messa solenna viene di norma eseguita in occasione della Festa Titolare di Maria SS. dell'Orto, la terza domenica di ottobre.
Per poter ascoltare il brano "Guardami o Madre" fare "click" sulla immagine.
il CD è disponibile presso il punto informativo della nostra chiesa.

Santa Maria dell'Orto
PANORAMICA VIDEO, MUSICA E FOTOGRAFIE

Andare alla pagina "MULTIMEDIA" per vedere filmati realizzati in chiesa, ascoltare brani di musica organistica eseguiti dal Maestro G. Libertucci e vedere una ampia selezione di fotografie.
Santa Maria dell'Orto
CONSULTAZIONE NEWS PIU' SIGNIFICATIVE

Andare alla pagina "NEWS" per l'elenco completo delle notizie più significative riguardanti l'Arciconfraternita di Santa Maria dell'Orto.

 

Santa Maria dell'Orto

Vergine gloriosissima, che per l'eccellenza
della vostra verginità illibata e feconda,
veniste dichiarata dallo Spirito Santo un
Orto racchiuso e un fonte sigillato, perché
mai ammetteste in Voi stessa altro Signore
che quel Dio che vi creò, come Orto e Paradiso
di sue delizie, deh! volgete amorosa da quella
vostra Immagine uno sguardo materno sopra
l'infelice anima mia, che tante volte si è
fatta schiava vilissima del peccato; e per
quell'amore speciale con cui dal Cielo vi
siete palesata fra di noi qual Orto fecondo
di grazie in nostra giustificazione e salute,
impetratemi dal vostro Divino Figliolo, che
reggete tra le braccia, una vera contrizione
dei miei peccati, e una costante emendazione
dei miei costumi. Amen.

Tre Ave Maria

ANTIFONA
Giardino Chiuso sei, o Maria, Giardino Chiuso; Fontana sigillata, Fontana che irrora i giardini del Paradiso.

V: Ricordati, o Vergine Madre, di elargire a noi i tuoi doni.
R: E fa che venga allontanato il suo sdegno da noi.

PREGHIAMO
O Dio, che per la Vergine Santa, Madre tua, Maria, mirabilmente moltiplichi le tue grazie a salvezza dei popoli, a noi, che pienamente ricordiamo i tuoi benefici che per Lei ricevemmo, concedi di meritarne altri maggiori fino alla tua beatifica visione. Tu che vivi e regni con Dio Padre, nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen

 


Totale visitatori